Si legge sul sito dell’Inail che con determinazione del Direttore Centrale Prevenzione n. 16 dell’11 aprile 2016, sono state approvate alcune modifiche al Bando per il finanziamento di progetti formativi specificatamente dedicati alle piccole, medie e micro imprese ai sensi dell’art. 11, comma 1, lett. b) del d.lgs. 81/2008, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 14 del 19 gennaio 2016.
In particolare è stata autorizzata la proroga del termine di presentazione delle domande di partecipazione al Bando alle ore 13.00 del 10 giugno 2016.

Di seguito un estratto del bando:

ESTATTO AVVISO PUBBLICO MODIFICATO

Bando per il finanziamento di progetti formativi specificatamente dedicati alle piccole, medie e micro imprese.

Si comunica, in attuazione dell’art. 11, comma 1 lett. b) del d.lgs. 81/2008 e s.m.i., l’emanazione del Bando per il finanziamento di una campagna nazionale di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro:

-Obiettivo
Finanziare una campagna nazionale di rafforzamento della formazione prevista dalla legislazione vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro, destinata alle piccole, medie e micro imprese, con risorse economiche trasferite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

-Destinatari
I soggetti destinatari della campagna di formazione sono:
datori di lavoro delle piccole, medie e microimprese;
piccoli imprenditori di cui all’art. 2083 del codice civile;
lavoratori compresi quelli stagionali, delle piccole, medie e microimprese;
rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS/RLST) delle piccole, medie e microimprese;
soggetti individuati ex art. 21 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i.

-Progetti ammessi a finanziamento
Sono ammessi a finanziamento progetti realizzati in almeno quattro Regioni (una Regione per ciascuna delle seguenti quattro macroaree: nord, centro, sud, isole) che prevedano il ricorso a docenti in possesso di una comprovata esperienza, almeno triennale, di insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
I progetti devono essere relativi ai seguenti ambiti:
A. Formazione finalizzata all’adozione di modelli di organizzazione e di gestione ai sensi dell’art. 30 d.lgs. 81/2008 e s.m.i. in un’ottica di sviluppo del sistema delle relazioni e del cambiamento della cultura organizzativa;
B. Formazione per i soggetti individuati ai sensi dell’art. 21 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. sui rischi propri delle attività svolte;
C. Formazione sugli aspetti organizzativo-gestionali e tecnico-operativi nei lavori in appalto e negli ambienti confinati, con particolare riferimento alla gestione delle emergenze;
D. Formazione per l’adozione di comportamenti sicuri, finalizzati alla prevenzione del fenomeno infortunistico e tecnopatico;
E. Formazione sulla valutazione dei rischi nell’ambito dell’art. 28 comma 1 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i., con particolare attenzione alle specificità di quelli collegati allo stress lavoro correlato, alle lavoratrici in stato di gravidanza, alle differenze di genere e agli altri ivi previsti;
F. Formazione sulla gestione dei rischi in ambiente di lavoro legati alla dipendenza da alcool, sostanze psicotrope e stupefacenti.
Non sarà finanziato più di un progetto per ciascun Soggetto attuatore, singolo o in aggregazione, in ogni ambito progettuale.

Le imprese, i Soggetti individuati ex art. 21 del d.lgs. 81/08, gli iscritti agli Ordini e collegi professionali, gli RLST e gli RLS delegano alla presentazione della domanda di finanziamento i Soggetti attuatori, in forma singola o in aggregazione.

Il testo del Bando aggiornato al 15 aprile  è consultabile al seguente indirizzo