Nuovi finanziamenti per l’energia verde. Il Decreto legge 22 giugno 2012, n. 83 /2012 contiene, infatti, all’art. 57, misure in tema di sviluppo di occupazione giovanile nella green economy. Estende il finanziamento agevolato previsto dal fondo Kyoto (su cui sono disponibili 470 milioni di euro) a soggetti pubblici e privati che operano in ulteriori 4 settori della green economy:

  • protezione del territorio e prevenzione del rischio idrogeologico e sismico;
  • ricerca e sviluppo e produzioni di biocarburanti di seconda e terza generazione;
  • ricerca e sviluppo e produzioni e istallazione di tecnologie nel solare termico, solare a concertazione, solare termo-dinamico, solare fotovoltaico, biomasse, biogas e geotermia;
  • incremento dell’efficienza negli usi finali dell’energia nei settori civile e terziario (incluso social housing)

 

Il finanziamento destinato a progetti di investimento è vincolato alla creazione di nuova occupazione giovanile a tempo indeterminato. Nel caso di assunzioni superiori a tre unità, almeno un terzo dei posti dovrà essere riservato a giovani laureati con età non superiore a 28 anni. Inoltre, per ogni singola impresa richiedente le nuove assunzioni dovranno essere aggiuntive rispetto alla media totale degli addetti degli ultimi 12 mesi.