Problematiche connesse alla bonifica dei siti contaminati e nuovi software di analisi di rischio sanitario-ambientale” è il titolo del workshop che si svolgerà il prossimo 5 luglio a Roma, e che è organizzato da INAIL Dipartimento installazioni di produzione e insediamenti antropici e direzione centrale prevenzione, e dal Dipartimento di ingegneria civile dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata.

Il programma della giornata è suddiviso  in due parti. La mattina, a partire dalle 9.30,  si parlerà delle criticità in merito alla bonifica dei siti contaminati di interesse per gli addetti ai lavori:

  • “Analisi di rischio ecologica: possibili criteri e approcci da adottare per la sua applicazione;
  • “Interazione tra gestione delle discariche e normativa sulle bonifiche;
  • Gestione dei rischi per la salute e sicurezza degli operatori della bonifica”.

Il pomeriggio saranno presentati due software, realizzati in ambito accademico, per l’esecuzione della procedura di analisi di rischio sanitario-ambientale, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i: il software di analisi di rischio “Rachel”, progettato dal Politecnico di Torino e “Risk-net” elaborato dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

La giornata di approfondimento rientra nell’ambito delle attività della rete RECONnet, Rete nazionale sulla gestione e la bonifica dei siti contaminati, nata da un accordo tra Università, Istituti di ricerca e Agenzie ambientali, con lo scopo di individuare soluzioni alle principali criticità di carattere tecnico e normativo, diffondendo conoscenza e favorendo lo sviluppo teorico e tecnologico.

Problemi relativi alla bonifica dei siti contaminati