Sedici anni ai vertici aziendali e risarcimenti per circa 100 milioni. Questa la decisione della Corte presieduta dal giudice Giuseppe Casalbore nel processo Eternit. Il magnate svizzero Schmidheiny e il barone belga de Cartier, accusati di disastro ambientale doloso e omissione volontaria delle cautele antinfortunistiche, sono stati condannati per il disastro negli stabilimenti di Casale Monferrato e Cavagnolo. Ai familiari delle vittime 30mila euro di risarcimento. Per il Pm Guariniello questa sentenza ha reso realtà un sogno. Due anni e 66 udienze per un processo che farà storia. Sono circa 3.000 in Italia i decessi all’anno per amianto. Ministro Balduzzi: “Una sentenza storica”.

Fonte: AdnKronos

Lettura della sentenza