La nuova circolare dell’Istituto estende la platea dei lavoratori che, a seguito di un infortunio o di una malattia professionale, possono chiedere la restituzione delle spese sostenute per i farmaci di fascia C e amplia l’elenco delle specialità farmaceutiche rimborsabili.
La copertura parte dal 13 novembre 2012 e riguarda le medicine di fascia C – comprese nell’elenco delle specialità farmaceutiche contenuto nell’allegato 1 – che siano ritenute necessarie per il miglioramento dello stato psico-fisico dell’assicurato, in relazione alla patologia causata dall’evento lesivo di natura lavorativa e anche ai fini del suo reinserimento socio-lavorativo.
Il diritto è esteso anche dopo la stabilizzazione dei postumi.
L’Istituto precisa che: “le richieste di rimborso dei farmaci, corredate dalle fotocopie delle prescrizioni mediche e degli scontrini fiscali intestati all’assicurato, dovranno essere presentate all’Inail utilizzando il modulo allegato alla circolare. Il termine di prescrizione del diritto al rimborso dei farmaci è decennale e decorre dal giorno della data riportata sullo scontrino relativo all’acquisto del medicinale”.