Il Technology Strategy Board and Research Uk – uno degli organismi di ricerca e sviluppo del governo britannico – ha premiato con 150.000 sterline, un progetto di fotovoltaico organico ideato da una piccola società inglese, laOxford Photovoltaic, e presentato in una competizione dal titolo emblematico:”Disruptive Solutions Competition”, dove Disruptive Solutions sta per “Invenzioni Dirompenti”.
Si tratta di un progetto che potrebbe rivoluzionare il mercato dell’energia fotovoltaica applicata agli edifici.
Il fotovoltaico organico è già di per sé una novità, infatti oggi non ne esiste una versione da mercato. Si basa non sul “classico” silicio dei pannelli solari in commercio, ma su materiali di origine organica.

Il Technology Strategy Board and Research Uk – uno degli organismi di ricerca e sviluppo del governo britannico – ha premiato con 150.000 sterline, un progetto di fotovoltaico organico ideato da una piccola società inglese, laOxford Photovoltaic, e presentato in una competizione dal titolo emblematico:Disruptive Solutions Competition, dove Disruptive Solutions sta per “Invenzioni Dirompenti”.Si tratta di un progetto che potrebbe rivoluzionare il mercato dell’energia fotovoltaica applicata agli edifici.Il fotovoltaico organico è già di per sé una novità, infatti oggi non ne esiste una versione da mercato. Si basa non sul “classico” silicio dei pannelli solariin commercio, ma su materiali di origine organica.