Ricicloland

Riciclo e mi doverto. In Svezia, patria della filosofia all-green, da alcuni anni è stato creato un vero e proprio parco di divertimenti a tema riuso. La formula del resto è semplice. All’attività di riciclo si unisce quella del tempo libero, attraverso un processo di conversione vero l’intrattenimento che non banalizza il tema ma lo dota di strutture e servizi efficienti.

Il Kretsloppsparken Alelyckan di Göteborg, è una grande isola verde cittadina dove dal 2007 più di trentamila ettari sono destinati alla vendita a prezzi stracciati di oggetti di seconda mano. L’idea non è nuova, ma a fare del parco un vero e proprio simbolo di ambientalismo contemporaneo, sono la vastità dello spazio occupato e i numeri dettati da un’affluenza più che positiva.

Al suo interno il funzionamento è semplice. Il cittadino può lasciare degli oggetti in maniera gratuita e aggirarsi attraverso i numerevoli prodotti in vendita.

E il vantaggio è doppio. Il consumatore acquista a prezzi stracciati e l’amministrazione guadagna da una raccolta differenziata assolutamente spontanea. Del resto i numeri parlano da soli e a vantaggio di un Comune che considera l’investimento nelle politiche ambientali, un vero e proprio business.

E’ sufficiente pensare che per un investimento iniziale di 4,5 milioni di euro, l’iniziativa viaggia già intorno al milione di euro l’anno di guadagno. Insomma la sharing economy diverte e incolla il tempo libero dei cittadini a un’idea di sostenibilità finalmente possibile.

Fonte: lastampatuttogreen.it