Il primo dicembre sarà presentato a Roma il “Rapporto AiFOS 2010” che raccoglie i risultati di una ricerca sulla figura del formatore alla sicurezza.
Sui temi della formazione e su quanto questa sia importante nel delicato ambito della sicurezza sul lavoro l’AiFOS, Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro, ha svolto nel 2010 una complessa ricerca (che si è svolta utilizzando un questionario contenente più di 150 domande) i cui risultati sono stati elaborati nel “ Rapporto AiFOS 2010”. Con questo strumento è stato possibile raccogliere un gran numero di dati e delineare un’immagine completa e articolata di coloro che oggi svolgono l’attività di formatore per la sicurezza sul lavoro.
In un loro recente intervento Rocco Vitale (Presidente AiFOS) e Francesco Naviglio (Segretario Generale AiFOS) hanno sottolineato  che “la peculiarità del Rapporto Aifos 2010” è proprio quella di fondarsi “sul sistema scientifico della ricerca e dell’inchiesta”.
Inoltre hanno ricordato che, grazie al dibattito aperto sul ruolo e sui requisiti dei formatori, si è avuto un “primo, timido, accenno normativo contenuto nell’Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006 laddove, per la prima volta, viene indicato che i docenti devono avere un’esperienza almeno biennale”. Sui requisiti dei formatori è poi recentemente intervenuto il D.Lgs. 106/2009 che affida alla “Commissione Consultiva permanente per la Sicurezza il compito di elaborare criteri di qualificazione della figura del formatore”.

Il Rapporto AiFOS 2010 sarà presentato il primo dicembre a Roma, con inizio alle ore 9.30, nella Sala delle Colonne di Palazzo Marini in via Poli.

Per informazioni : AiFOS, via Branze n. 45 – 25123 Brescia  – tel. 030.6595031 – convegni@aifos.it