Il Decreto 10 settembre 2010 Linee guida per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili, firmato dal Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Ambiente, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 219 del 18 settembre 2010.

Si tratta di un’unica disciplina (valida cioè su tutto il territorio nazionale) che, proprio per questo, ha l’obiettivo di andare oltre la frammentazione delle norme nel settore delle energie rinnovabili. Quella che viene disciplinata è la procedura per autorizzare gli impianti, con una particolare attenzione al loro inserimento nel territorio.

Alla base delle linee guida c’è, dunque, la necessità di coniugare la tutela dell’ambiente e la conservazione delle risorse culturali e naturali con le necessità economiche e sociali.

Il decreto è suddiviso in 5 parti: Disposizioni generali; Regime giuridico delle autorizzazioni; Procedimento unico; Inserimento degli impianti nel paesaggio e sul territorio; Disposizioni transitorie e finali.

Presenta, infine quattro allegati: Elenco indicativo degli atti di assenso che confluiscono nel procedimento unico; Criteri per l’eventuale fissazione di misure compensative; Criteri per l’individuazione di aree non idonee; Impianti eolici: elementi per il corretto inserimento nel paesaggio e sul territorio.

Le Linee Guida entreranno in vigore, il 3 ottobre 2010 (15 giorni dopo la pubblicazione). Le Regioni e gli Enti Locali avranno 90 giorni di tempo per adeguare le proprie norme alle Linee guida.