Con l’obiettivo di una maggiore sensibilizzazione dei consumatori privati nei confronti di un utilizzo più consapevole dell’energia sarà presentato, nei primissimi mesi del 2011 il nuovo piano europeo sull’efficienza energetica. La scelta di sensibilizzare i privati deriva dal fatto che i più alti consumi di energia (intorno al 40%) sono registrati tra le mura domestiche. E’ dunque necessario programmare una serie di interventi che abbiano come principale obiettivo l’abbattimento degli sprechi in casa.  Inoltre, è fondamentale programmare strategie, progetti e piani nei settori pubblici nazionali e locali, nel settore dell’edilizia e in quello del trasporto.  Alcune aziende private utilizzano già tecnologie sostenibili e sono consapevoli delle potenzialità che queste hanno in termini di risparmio e di profitti. Ma sono ancora poche quelle che hanno capito la valenza economica, innovativa e di efficienza di un simile investimento. Per enti, utenze private,  e per le piccole e medie aziende verranno dunque studiate oltre che misure di incoraggiamento e incentivazione, campagne di sensibilizzazione che riguarderanno l’efficienza, le misure per combattere la dispersione. Inoltre, strategie ”dedicate” al miglioramento dei trasporti, altro fronte cruciale delle battaglie del risparmio, e a contrastare il cambiamento climatico.