Nel corso del 2012 sarà realizzata in tutta Europa una campagna d’ispezione sui rischi psicosociali.Lo ha annunciato lo SLIC, Comitato degli alti responsabili dell’ispettorato del lavoro. La campagna si svolgerà nel corso del 2012 in tutti gli Stati europei e l’attività ispettiva si concentrerà principalmente sui seguenti settori:

  • sanitario, compresa l’assistenza sociale (pubblico e privato);
  • servizi, ad esempio alberghi e ristoranti;
  • trasporti.

Il gruppo di lavoro, per facilitare e uniformare le attività ispettive su scala europea, ha messo a punto un kit di strumenti per il controllo dei rischi psicosociali tradotto nelle 22 lingue comunitarie.

Il Comitato è al lavoro su questo progetto dal maggio 2010 con la costituzione di un gruppo di lavoro cui ha partecipato anche l’EU-OSHA. Sono stati  concordati gli obiettivi della campagna in termini di gruppi destinatari, materiali e metodi.

Ogni stato pianificherà e condurrà l’ispezione secondo i suoi canoni e criteri. La Svezia farà da raccordo,  supporto e supervisione sulle attività svolte da ogni nazione che confluiranno in un unico documento da presentare nel corso della conferenza finale che si terrà a Stoccolma nel marzo 2013.

L’EU-OSHA utilizzerà i risultati della campagna dello SLIC per preparare l’edizione 2014 – 2015 della campagna  “Ambienti di lavoro sani e sicuri”.

Per approfondire