Domani è BIODOMENICA e Roma si candida ad essere la capitale italiana del biologico, come centro di una politica ambientale, lavorativa e sociale a 360 gradi e risposta alla crisi economica e culturale. A lanciare il progetto e a dare le cifre di un possibile new deal verde per la più grande città agricola d’Europa saranno AIAB, Coldiretti e Legambiente assieme a Comune di Roma, rappresentato dal vicesindaco Luigi Nieri, dall’Assessore all’Ambiente e all’Agricoltura del Comune Estella Marino, dall’Assessore alle Periferie e ai Lavori Pubblici Paolo Masini e all’Assessore alla scuola Alessandra Cattoi.

La BIODOMENICA di Roma si terrà domani, 6 ottobre, ai  Fori Imperiali ed è uno dei numerosi appuntamenti delle città italiane, mentre la manifestazione nazionale si terrà a Napoli in Piazza Dante. L’area archeologica della Capitale si trasformerà dunque in un grande palcoscenico per il biologico inteso come cibo di qualità a chilometri zero e anche come risorsa per creare energia, concorrere a risolvere il problema dei rifiuti, indicare soluzioni per una nuova occupazione e per nuovi modi di vita. Assieme a banchetti, laboratori, spettacoli, degustazioni, giocoleria per i piccoli e per i grandi, durante la Biodomenica di Roma si alterneranno sul palco interventi sul futuro della città e il vicesindaco Nieri incontrerà Elisbeth Mpofu, segretario di Via Campesina, il movimento mondiale dei contadini.

Per maggiori info