Non si arresta la battaglia del pm Raffaele Guariniello contro l’amianto: per aiutare chi si ammala di patologie correlate ad ottenere giustizia è nata ora l’idea di creare un archivio che servirà a schedare tutte le ditte che hanno comprato manufatti amiantiferi dalla Sia di Grugliasco.

Controllando documenti e fatture gli inquirenti stanno individuando gli acquirenti di carte e cartoni, anelli, fibre e trecce d’amianto: è stato calcolato che la produzione della fabbrica sia stata di 48 mila 447 tonnellate di asbesto.

E’ come se ogni italiano avesse comprato un chilo di amianto” hanno spiegato in procura.