Ieri, 11 marzo, al termine della requisitoria del processo per i morti di amianto nei cantieri navali di Monfalcone, sono state avanzate dai pm Luigi Leghissa e Valentina Boss 13 richieste di condanna per un totale di 70 anni di carcere.

L’accusa ha richiesto la condanna tra gli altri per gli ex presidenti di Italcantieri, per l’ex presidente del Cds e l’ex direttore generale della società.  Per 25 dei 40 imputati è stata chiesta l’assoluzione.

Domani 13 marzo le richieste delle parti civili (55 gruppi di familiari dei deceduti, Comune di Monfalcone, Provincia di Gorizia, Regione Friuli Venezia Giulia, INAIL, FIOM CGIL, Codacons e Associazione esposti amianto) e l’arringa delle difese.