Presentato dal Governo un emendamento al Collegato Ambientale della Legge di stabilità 2014 con due proposte di intervento riguardanti l’amianto.

La prima prevede la possibilità per i soggetti titolari di reddito d’impresa che effettueranno bonifiche nel 2016/2018 di ottenere un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute.

La seconda prevede la creazione di un fondo per finanziare interventi sugli edifici pubblici. Il fondo dovrebbe essere triennale e pari a 5 milioni e mezzo per il 2015, 6 milioni per il 2016 e 2017.

“Proseguiamo con determinazione il nostro impegno” – ha dichiarato il ministro Gian Luca Galletti – “su un’urgenza nazionale che riguarda tante comunità: i siti inquinati da amianto già censiti sono oltre trentamila e mancano o sono parziali i dati di alcune regioni. Si tratta di un disastro ambientale diffuso che con gli strumenti nuovi che il governo mette in campo può cominciare ad essere affrontato non solo nei grandi siti, ma anche nelle migliaia di micro realtà sparse per il territorio che rappresentano un pericolo per i cittadini”.

Fonte: quotidianosicurezza.it