Valutare il rischio da esposizione a vibrazioni durante il lavoro

Il D.Lgs. n. 81/08, prescrive specifiche metodiche di individuazione e valutazione dei rischi associati all’esposizione a vibrazioni del sistema mano-braccio (HAV) e del corpo intero Valutazione Rischio Vibrazioni(WBV) e specifiche misure di tutela,  che vanno documentate nell’ambito del rapporto di valutazione dei rischi definito all’art. 202 dello stesso Decreto Legislativo.

Viene prescritto, in particolare, l’obbligo, da parte dei datori di lavoro, di valutare il rischio da esposizione a vibrazioni dei lavoratori durante il lavoro ed è  previsto che la valutazione dei rischi possa essere effettuata con misurazioni, in accordo con le metodiche di misura prescritte da specifici standard ISO-EN.

Il D. Lgs. 81/08 indica in maniera univoca i valori limite di esposizione a vibrazioni corpo intero e mano-braccio per i lavoratori esposti, individuando obblighi e responsabilità in funzione dei livelli di rischio associati.
Alis effettua rilievi, elaborazione dati e redazione della documentazione ai sensi del D.Lgs  81/08

I servizi offerti da Alis

•    studio del ciclo produttivo, delle mansioni, delle postazioni di misura e dei macchinari utilizzati;
•    rilievi di vibrazioni in corrispondenza delle varie postazioni individuate eseguite con accellerometro conforme alle norme vigenti dotato di certificato di taratura. Calcolo dell’errore di misura.
•    Effettuazione dei rilievi da parte di tecnico competente in acustica iscritto agli albi della Regione Lazio, secondo le modalità previste dalla prassi metodologica;
•    elaborazione dei dati acquisiti e calcolo dei livelli di esposizione personale a vibrazioni, in relazione ai tempi di permanenza (tempi effettivi di esposizione e vibrazioni); confronto con i valori limite di riferimento;
•    Classificazione della mansione nelle fasce di rischio individuate dalla normativa;
•    elaborazione di schede macchina con l’indicazione dei livelli di accelerazione misurati nei “posti operatore” durante l’utilizzo della specifica macchina e/o attrezzatura; indicazioni circa le misure di prvenzione da adottarsi finalizzate al contenimento del livello di esposizione per gli addetti.
•    redazione della documentazione ai sensi dell’art. 202 del  Decreto Legislativo 81/08 con la verifica, per ciascuna mansione, del superamento dei livelli di azione o del valore limite al fine di indirizzare l’Azienda e il medico competente verso i nuovi obblighi aziendali (formazione, informazione, obbligo di utilizzo dei DPI, sorveglianza sanitaria, ecc).