Saranno stralciati dal prossimo Decreto semplificazioni gli aspetti riguardanti la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro e le modifiche che avrebbero dovuto modificare aspetti del Testo Unico. Questo quanto si è appreso dalle prime agenzie diramate dai principali sindacati italiani.

Il responsabile Salute e sicurezza Salute  della Cgil, Sebastiano Calleri ha dichiarato:  “con la pressione fatta in queste ultime settimane abbiamo ottenuto un primo risultato: il governo ha stralciato la tematica della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro demandandola ad un più organico e ‘concertato’ disegno di legge da portare in Parlamento nei prossimi mesi”.

“Bene la decisione del governo di stralciare dal provvedimento semplificazioni” – ha commentato il segretario confederale Cisl Fulvio Giacomassi – “il capitolo riguardante salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, accogliendo cosi’ la richiesta dei sindacati confederali al ministro Fornero e Passera”. (ASCA).

“Esprimiamo soddisfazione per la decisione del governo di stralciare dal decreto semplificazioni il capitolo relativo alle modifiche al Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro” – ha dichiarato  segretario confederale Ugl Paolo Varesi – “demandando eventuali modifiche ad un disegno di legge piu’ organico, da portare in Parlamento nei prossimi mesi”.