Il ministro della Salute Renato Balduzzi, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,  ha presentato lo scorso 11 dicembre la Relazione sullo stato sanitario del Paese 2011, un documento che traccia il quadro dello stato di salute del Paese e della capacità del Servizio Sanitario Nazionale di rispondere ai bisogni della popolazione.

Le malattie cardiocircolatorie sono al primo posto tra le cause di morte in Italia con 224.830 decessi ogni anno (38,2%); a seguire causa di morte per malattia sono i tumori, che hanno causato lo scorso anno 174.678 decessi. Le malattie del sistema respiratorio sono la terza causa di morte, responsabili di 39.949 decessi (6,8%), di cui 22.329 tra gli uomini e 17.620 tra le donne.
Il diabete mellito nell’ultimo decennio è in regolare aumento: risulta diabetico il 4,9% della popolazione (5,0% delle donne, 4,7% degli uomini), pari a circa 3 milioni di persone.

Per quello che riguarda gli stili di vita preoccupazioni provengono dalle abitudini alimentari degli italiani: sono 32% gli adulti sovrappeso di cuil’11% in modo grave. Un bambino su tre in Italia pesa più di quanto dovrebbe.

La spesa complessiva per la sanità è stata, nel 2011, di 112,9 miliardi di euro, con un valore medio pro-capite pari a 1.862 euro, e un incremento percentuale dell’1,4%  rispetto al 2010.

Per approfondire l’argomento