Eternit

Si è aperto oggi a Torino, il secondo processo per le morti da amianto provocate dagli stabilimenti Eternit delle città di Casale Monferrato, Cavagnolo, Rubiera e Napoli.

Stephan Schmidheiny, ex Ad della multinazionale, è accusato questa volta di omicidio doloso aggravato per la morte di 258 persone tra ex lavoratori e cittadini dei Comuni citati, avvenute tra il 1989 e il 2014.

Pm Raffaele Guariniello e Gianfranco Colace.

Il primo processo Eternit si è concluso lo scorso novembre in Cassazione con la prescrizione e l’annullamento delle condanne.