E’ morto  l’8 novembre scorso  a Roma, il presidente dell’Inail, Marco Fabio Sartori. Nato a Busto Arsizio il 31 maggio 1963, aveva 48 anni. Malgrado la grave malattia che lo aveva colpito nel corso del 2010 – e che egli stesso, con coraggio, aveva annunciato pubblicamente – ha continuato a esercitare fino all’ultimo, con grande passione e coerenza, la guida dell’Istituto di cui era presidente dal 31 maggio 2010 e nel quale era entrato come presidente e commissario straordinario nel 2008.

“In questo momento di dolore – si legge in una nota dell’Istituto –  l’INAIL (il direttore generale, Giuseppe Lucibello, il presidente del Civ, Franco Lotito, la dirigenza e tutto il personale)  si stringe intorno alla famiglia del presidente Sartori”. “Ricordiamo con affetto e riconoscenza un uomo che ha sempre dimostrato una straordinaria passione per il suo lavoro e una tenacia infaticabile – afferma il direttore generale Lucibello – Il presidente Sartori ha continuato a esercitare i suoi compiti  sempre e comunque, malgrado le faticose terapie alle quali si era sottoposto. Per questo, al di là dei risultati indiscutibilmente positivi che la sua guida ha permesso di raggiungere all’INAIL, vogliamo ricordare prima di tutto l’uomo e il grande esempio morale che ha saputo dare a tutti quanti lo hanno conosciuto e hanno lavorato con lui”.

Fonte: Inail