Domani a Frascati è il grande giorno della scienza.  Tutto è pronto per onorare, anche quest’anno,  la ricerca scientifica, grande protagonista della nostra quotidianità e del nostro progresso culturale e sociale.Durante la Notte europea dei ricercatori, nella cittadina dei Castelli romani che rappresenta il principale polo scientifico italiano, saranno proprio loro, i ricercatori, a svelare al pubblico gli affascinanti segreti della scienza. Tanti gli argomenti che si potranno approfondire: l’energia del futuro, le nanoparticelle, la nascita dell’Universo, il cambiamento climatico, i terremoti, e così via.

Dalle 14,15, con l’apertura al pubblico del Laboratori dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) si entrerà nel cuore della giornata dedicata alla scienza. I numerosi centri di ricerca della zona dei castelli Romani, dove lavorano oltre 3000 scienziati, apriranno, infatti, le loro porte ai visitatori e sveleranno i segreti custoditi nei loro laboratori.
Dalle 15:00 alle 24:00 apriranno i laboratori CNR, INAF, INGV, ESA, ENEA, Osservatorio Astronomico di Roma, e, fuori dal territorio dei Castelli, i Laboratori INFN del Gran SassoEGO VIRGO di Pisa.

All’interno dei laboratori numerosi esperimenti e percorsi tematici per il pubblico: nell’area ARTOV di Tor Vergata si potrà assistere al lancio di aquiloni-sonde per misure sperimentali di fisica dell’atmosfera; il Centro ENEA di Frascati allestirà percorsi scientifici didattici per esplorare la luce in tutte le sue applicazioni e per spiegare le frontiere energetiche green offerte dalla fusione nucleare; dai laboratori INAF di Monte Porzio Catone si potranno osservare le stelle e presso l’INGV, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia,  si potrà visitare la sala di monitoraggio sismico e sperimentare i comportamenti da tenere in caso di terremoto.

Sarà, insomma, una grande opportunità per grandi, piccoli, appassionati e curiosi di dialogare con la scienza, “toccarla” con mano e conoscere più da vicino il mestiere del ricercatore, colui che, per eccellenza,  ha scelto di fare della conoscenza la sua quotidiana missione.

(Le visite ai laboratori saranno consentite solo a chi avrà effettuato la prenotazione sul sito www.frascatiscienza.it)

Contemporaneamente alle attività nei centri di ricerca, anche la cittadina di Frascati offrirà un interessante menu scientifico.

Si comincerà alle 10,30 del mattino con un convegno dal titolo: Tecnologie e innovazioni vicine al territorio – il concetto di Smart Cities (organizzato da “Officina dell’Innovazione”, della Provincia di Roma), una vetrina di tecnologie, progetti e prodotti nel campo ambientale, del risparmio energetico, delle energie rinnovabili, delle ICT e della mobilità. (Comune di Frascati, Sala consiliare).

Dalle 17:00 alle 24, in Passeggiata Belevedere e nelle Scuderie Aldobrandini, lo stand degli Hands On Experiments: giovani laureati saranno a disposizione per stupire i curiosi di tutte le età con esperimenti ed esibizioni dal vivo, ma anche per rispondere alle domande sulle diverse discipline scientifiche in cui sono specializzati o sulle loro esperienze personali e professionali nella ricerca italiana. Si spazierà dalla microscopica molecola della vita, il DNA (osservabile in provetta), alle macroscopiche galassie dell’Universo (osservabili al telescopio).

Sempre in Passeggiata, dalle 17:00 in poi,  uno Spazio Bimbi: esperimenti di biologia e laboratori, accompagnati da una postazione di “truccabimbi” gratuita per i mini-scienziati.

Nel frattempo, il coro giovanile Diapason, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti, canterà canzoni all’insegna dell’Energia per le vie di Frascati. Si riconosceranno dai camici da ricercatori che indosseranno e dall’innata vitalità e bravura.

Sempre dalle 17:00 alle 24:00 in Passeggiata, STAR PARTY, una vera e propria festa in onore delle stelle. Saranno disponibili, infatti, numerosi telescopi attraverso i quali sarà possibile osservare sia il Sole (durante le ore diurne i telescopi verranno pre-allestiti con strumenti dotati di appositi filtri), sia la Luna, i pianeti visibili e i vari oggetti osservabili nel cielo estivo-autunnale. I ricercatori si affiancheranno agli astrofili-operatori dell’Associazione Tuscolana di Astronomia  per fornire spiegazioni sulla natura fisica degli oggetti osservati.

Contemporaneamente a Roma, dalle 20:30, alla Facoltà di Scienza Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università Roma Tre, Conversazioni scientifiche, osservazioni astronomiche e attività hands on di Matematica e Scienze.

A Frascati la serata prevede due spettacoli scientifici. All’Enea, alle 20.45, la rappresentazione teatrale “il Kyoto fisso”, mentre alle Scuderie Aldobrandini, alle 21,30, lo spettacolo “La Chimica in casa”, spettacolo centrale della Notte che quest’anno sarà condotto da Riccardo Rossi. Il popolare attore e presentatore, con l’aiuto di un divulgatore scientifico, mostrerà al pubblico, attraverso esperimenti interattivi realizzati con materiali di uso comune, come la chimica faccia parte della nostra realtà quotidiana più di quanto crediamo. (L’evento è realizzato dalla LUDIS con il contributo della “BASF – The Chemical Company”).

Le iniziative della Notte proseguiranno anche il giorno successivo, sabato 24 settembre.

Dalle 17:00 alle 20:00,alle Scuderie Aldobrandini, ci sarà la cerimonia di consegna del Premio Livio Gratton, alla più meritevole tesi di Dottorato di Ricerca in Astronomia o Astrofisica realizzata nell’ultimo biennio in un istituto di ricerca italiano.
Il premio, di settemila cinquecento euro, è attualmente l’unico del genere dedicato all’Astronomia in Italia. Si propone di facilitare l’inserimento di giovani scienziati nelle strutture di ricerca nazionali con l’intenzione di aiutare a combattere la “fuga dei cervelli”.

La Notte Europea dei Ricercatori ha l’obiettivo di avvicinare i cittadini alla ricerca scientifica e alla maggiore comprensione del mestiere del ricercatore. L’evento, di grande portata pratica ma anche simbolica, si svolgerà, come negli anni precedenti, in contemporanea in centinaia di città di più di 30 Paesi europei e dell’area mediterranea.

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport – Comune di Frascati, Filas, Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini.

Partner scientifici: ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, EGO/VIRGO (Pisa), INGV, Cimec, Fondazione Telethon, e le Facoltà di Scienze delle Università di Roma: Tor Vergata, Roma tre e la Sapienza. Si aggiungono ai partner scientifici principali il Comune di Grottaferrata, la Comunità montana dei Castelli romani e prenestini e  le associazioni: ATA, Eta Carinae, Arte e Scienza, Ludis, G.Eco, Accatagliato. L’iniziativa ha inoltre il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, della Provincia di Roma, del Comune di Monteporzio e del Parco dei Castelli Romani ed è realizzata con la partecipazione delle Scuderie Aldobrandini di Frascati, di Officina dell’Innovazione (Provincia di Roma), STS Multiservizi e di uno, quattro, photostudio. Sono partners: Focus, ENI, Lanificio 159, Linde.

Per maggiori informazioni e per il programma dettagliato clicca qui